FAQ
La quinoa

Dott.ssa Silvia Marroni Dietista e Nutrizionista

quinoa

La quinoa

Fra gli alimenti che non fanno parte della nostra tradizione gastronomica, ma hanno sempre maggiore diffusione, troviamo la quinoa.
Ma che cos’è?

La quinoa è una pianta erbacea che appartiene alla stessa famiglia delle barbabietole e degli spinaci.
La parte della pianta destinata al consumo umano è rappresentata dai semi che possono essere utilizzati tal quali oppure macinati per ricavarne una farina. Viene classificata come pseudocereale in quanto la pianta non appartiene alla famiglia delle graminacee ma, i semi che vengono consumati, hanno un elevato contenuto di amido come i cereali.
Questa pianta, che viene coltivata da oltre 5000 anni sugli altopiani pietrosi delle Ande, per il suo sviluppo necessita di particolari condizioni climatiche ed ambientali. Per questo è difficilmente coltivabile in zone diverse dal sud America.
La quinoa possiede eccezionali proprietà funzionali e nutrizionali.

Proprietà nutrizonali

Eccole qui:
  • Totale assenza di glutine

  • Discreto contenuto proteico (circa 14%)

  • Elevato valore biologico delle proteine in essa contenute (copresenza di aminoacidi essenziali e non). Questa è una caratteristica importante che distingue la quinoa dagli altri alimenti di origine vegetale.

  • Presenza di vitamine (in particolare del gruppo B, tocoferoli e vitamina C), Sali minerali (calcio, potassio, ferro , magnesio, manganese, fosforo) e isoflavoni.


Valori nutrizionali per 100 g
Calorie:350 kcal
Proteine:12.4 g
Lipidi:6.7 g
Carboidrati:60.1 g
Fibra:8.7 g

Come si consuma la quinoa?

Esattamente come i cereali! Infatti può essere utilizzata per preparare primi piatti asciutti, zuppe, minestre, come accompagnamento a carne e verdure, per la creazione di piatti vegetariani sostitutivi della carne e perfino per preparare deliziosi dolci.
quinoa quinoa quinoa



Buona navigazione!
Silvia Marroni
scrivimi una domanda...

Leggi altre curiosità...