Caponata di mele

Dott.ssa Silvia Marroni Dietista Nutrizionista

Caponata di mele

Caponata di mele granny smith
La caponata di mele è una variante poco conosciuta della classica caponata di melanzane, ricetta tipica di tutta la Sicilia, anche se ogni zona possiede una propria versione. Si tratta di un piatto agrodolce che è un vero e proprio tripudio di sapori contrastanti e rappresenta alla perfezione l’anima di questa terra. E’ una ricetta leggera perché non prevede la frittura delle melanzane, ma la cottura delle mele verdi nel sugo di pomodoro: la scelta di questo tipo di mele è dovuta al fatto che queste in cottura mantengono una consistenza soda simile a quella delle melanzane fritte (le renette si sfalderebbero) e in più, grazie alla loro acidità e dolcezza, si renderà quasi superflua l’aggiunta di aceto e zucchero per realizzare l’agrodolce. Con la giusta cottura, sarà difficile accorgersi del cambio di ingrediente!
Forse non tutti sanno che durante la frittura l'alimento assorbe un quantitativo di olio che varia dal 10 al 50% del suo peso. Questo vuol dire che ad esempio in una porzione da 150 g di melanzane fritte potremmo trovare fino a 75 g di olio! Vale quindi la pena provare questa ricetta light!

Ingredienti per 4 persone

  • 4 grosse mele verdi granny smith
  • 1 grosso cuore di sedano
  • 1 barattolo di passata di pomodoro da circa 400 g
  • 2-3 cucchiai di capperi sotto sale
  • 100 g di olive verdi snocciolate
  • 1 grossa cipolla dorata
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di aceto di mele (facoltativo)
  • 1 cucchiaio di zucchero oppure 2 cucchiai di uvetta (facoltativi)
  • sale marino q.b.

La ricetta:

Per prima cosa preparate il sugo di pomodoro: fate soffriggere la cipolla affettata nell’olio fino a quando è tenera, aggiungete il cuore di sedano tagliato a fette non troppo sottili (a fine cottura dovrà rimanere ancora leggermente croccante), fatelo soffriggere qualche minuto poi unire i capperi ben lavati, le olive verdi leggermente schiacciate e la passata di pomodoro (se avete il concentrato ancora meglio, mettetene meno rispetto alla ricetta e allungatelo con acqua). Salate e fate cuocere per una decina di minuti, fino a quando il sedano comincerà a essere tenero.
A questo punto unite le mele verdi, sbucciate e tagliate in dadi abbastanza grandi. Mescolare e lasciare cuocere a fuoco basso con il coperchio per altri 10 minuti circa, comunque fino a quando le mele non saranno cotte ma ancora sode.
Per l’agrodolce, verso fine cottura assaggiate e aggiungete se necessario 1 cucchiaio di aceto di mele e 1 cucchiaio di zucchero, che possono essere sostituiti da 2 cucchiai di uvetta sultanina precedentemente ammollata in acqua tiepida. Fate evaporare l’aceto, regolate di sale e spegnete il fuoco.
La caponata andrebbe servita fredda, il giorno dopo: in questo modo le si dà il tempo di amalgamare tutti i suoi profumi e sapori.



Questa ricetta è stata realizzata da Tiziana Bolla



Per chi è a dieta:

Per chi è a dieta questa ricetta equivale a 150 g di frutta fresca + 1 cucchiaio di olio che vanno quindi sottratti al totale degli alimenti a disposizione nel pasto.



A cura di Silvia Marroni




Questa pagina è stata visitata: 230 volte.