Dott.ssa
Silvia Marroni

Dott.ssa Silvia Marroni

Dietista Nutrizionista

Ricette

La Scienza
ha scoperto...
Ricette
FAQ
Peso e bellezza

Pasta al pesto misterioso


Pasta al pesto misterioso
Questa ricetta, che in realtà è un'aggiunta a una ricetta base della cucina italiana, mi è stata gentilmente regalata da Roberta, mamma della migliore amica della mia bimba. Grazie Roberta!

Dopo questa fantastica rivelazione la mia vita è cambiata, perché finalmente riesco a far mangiare le verdure di colore verde anche alla mia piccola peste che inorridisce al solo sentire nominare la parola "broccolo"! Questo trucchetto non solo consente di far mangiare le preziose verdure verdi ai bambini senza che se ne rendano conto, ma è davvero un modo di migliorare, dal punto di vista nutrizionale, un piatto veramente delizioso!

I dettagli... al termine della ricetta!

Ingredienti

  • Pesto alla genovese... preparato da voi o acquistato al supermercato
  • Pasta del formato che preferite
  • Verdure fresche o congelate (circa 100-150 g a porzione): zucchine, coste, spinaci, broccoli...
  • Sale q.b.

Procedimento:

Mettere sul fuoco l'acqua nella quale verrà fatta cuocere la pasta. Quando prende bollore salare e aggiungere le verdure mondate e tagliate a pezzi. Se si utilizzano le verdure congelate, buttarle nell'acqua bollente ancora congelate.

Lasciare cuocere per una decina di minuti o fino a quando saranno ben cotte.

Al termine della cottura togliere le verdure dall'acqua, metterle in un contenitore adatto al frullatore a immersione e aggiungere un po' di acqua di cottura. Frullare aggiungendo acqua fino al raggiungimento di una consistenza cremosa, un po' più liquida del pesto.

Quando la pasta sarà cotta aggiungere alla pasta il pesto (circa 20 g a persona) e la crema di verdure.

Buon appetito!

Aggiungere le verdure al pesto...

  • Arricchisce il piatto di vitamine importanti (in particolare acido folico e folati).
  • Aumenta il contenuto di sali minerali (in particolare potassio e magnesio).
  • Consente di utilizzare una quantità inferiore di condimento (circa 20 g contro 40 g della ricetta originale) e quindi di ridurre il contenuto lipidico.
  • Aumenta il contenuto in fibre della singola porzione di circa 1.5 g.
< Torna alla pagina principale ricette